fuss-fue-bisezione-follicolareQuotidianamente rispondiamo alle richieste dei nostri clienti che, prima di sottoporsi a un trattamento, ci chiedono le differenze tra le diverse tecniche in uso. Torniamo quindi sull'argomento a grande richiesta, cercando di chiarire gli aspetti generali che distinguono le diverse tecniche.

TRAPIANTO DI CAPELLI FUSS

La FUSS è la tecnica di trapianto di capelli follicolare più diffusa al mondo. Questa tecnica prevede il prelievo di una striscia di cuoio capelluto dalla nuca che contiene tutti i capelli necessari ad essere trapiantati (circa 3.500 bulbi). Il Fuss lascia una cicatrice lineare visibile anche se di solito si mimetizza tra i capelli. Con il Fuss, d’altro canto si minimizza la quantità di zona donatrice. 

TRAPIANTO DI CAPELLI FUE

Il trapianto follicolare monobulbare FUE è una tecnica più recente rispetto al Fuss. Prevede l’estrazione di unità follicolari, cioè di un bulbo pilifero alla volta, dal cuoio capelluto della nuca mediante un punch, cioè un microbisturi circolare di 0,9 a 1,2 mm di diametro. I bulbi vengono trapiantati immediatamente nella parte di testa che deve essere rinfoltita. La tecnica Fue, a differenza del Fuss, non lascia la vistosa cicatrice sulla nuca, tuttavia, dal momento che le zone espiantate non saranno piu' idonee alla ricrescita del capello, il rischio e' uno sgradevole effetto "Bambola" o "Scacchiera"

TRAPIANTO DI CAPELLI B.F. (Bisezione Follicolare)

Esiste per finire una tecnica, ancora piu' recente della FUE,  brevettata nel 2002 e praticata nel centro di autotrapianto dei capelli di Mascalucia, la bisezione follicolare.  La tecnica innovativa nel suo genere, puo' essere considerata una evoluzione della FUE. Questa  consiste nella divisione della parte germinativa, una sezione di questa sara' trapiantata nelle aree aggredite dalla calvizie, mentre la zona donatrice tornera' ad assolvere la sua funzione (In realta' tale scenario e' quello ideale. In realta' la probabilita' di ricrescita dei capelli varia da caso a caso. Si sono osservati rari casi di insuccesso) e nell'arco di qualche settimana sara' coperta nuovamente dai capelli.  Nessun intervento traumatico, nessuna cicatrice e pieno rinfoltimento della chioma. La tecnica, come la FUE prevede un nuomero di sedute che e' direttamente proporzionale alla superficie della zona da coprire.