Una persona giovane e sana possiede oltre 100.000 capelli. Il capello è una struttura complessa, un vero organo in miniatura composto di vari elementi e strutture accessorie. Essenzialmente si suddivide in una parte esterna, il fusto, ed una parte interna al cuoio capelluto, la radice. Il fusto è un lungo filamento cilindrico formato da cellule di cheratina una proteina fibrosa formata da vari aminoacidi legati tra loro da ponti di zolfo. La radice termina con un ingrossamento tondeggiante, bulbo, che è racchiuso in una specie di cavità detta follicolo pilifero.
Nella calvizie il follicolo diventa più piccolo, processo di miniaturizzazione, e produce un capello fine, impalpabile, alla fine invisibile. La fase anagen diventa cortissima. Alla base del follicolo c’è la papilla germinativa, centro vitale del capello, ricca di vasi sanguigni che portano l’ossigeno e gli elementi nutritivi che fanno vivere il capello. Essa è circondata dalla matrice del capello, un anello di cellule in proliferazione, cheratinociti. Questi producono in continuazione la cheratina e fanno quindi crescere il fusto del capello verso l’esterno. Collegate ai capelli sono le ghiandole sebacee che producono il sebo, una sostanza oleosa che forma un sottile velo che ripara e nutre i capelli dalle aggressioni esterne rendendoli morbidi e lucidi.

I capelli nascono, vivono e muoiono seguendo un incessante ciclo vitale. La loro vita si suddivide in tre fasi: crescita, riposo e caduta, che non riguarda contemporaneamente tutti i capelli e permette sempre di mantenere una chioma folta.

Fase di crescita dei capelli - ANAGEN
Le cellule del bulbo si moltiplicano e formano la cheratina facendo così crescere il fusto. E’ la fase più lunga: nell’uomo dura in media 2-3 anni e produce un capello di 30 cm. Nella donna è più lunga e dura 5-6 anni. La durata dell’anagen tende ad accorciarsi con l’invecchiamento.

Fase di riposo dei capelli - CATAGEN
Le cellule cessano di moltiplicarsi ed il bulbo inizia a risalire verso la superficie. Questa fase dura 2-3 settimane.

Fase di caduta dei capelli - TELOGEN
Il capello ormai statico aspetta di essere espulso per fare posto al nuovo capello. Il bulbo rimane a riposo per circa 3 mesi, in attesa di tornare a proliferare riformando il capello. La papilla segue in alto il bulbo cheratinizzato del capello telogen ma ad un certo punto si stacca e ridiscende nel derma profondo assieme a nuove cellule originate dalle cellule staminali del bulge, posto all’istmo del capello, per ricolonizzare la zona della matrice per una nuova fase anagen.

Questo ciclo riproduttivo è in costante equilibrio ed ogni giorno ognuno di noi perde da 30 a 100 capelli al giorno che sono subito compensati. Questa perdita si può accentuare in periodi particolari, autunno e primavera, e se diviene eccessiva è bene consultare subito uno specialista.